a cura di Giulia Midei

Ogni giorno provo a pensare
i tuoi pensieri
a te che ti svegli, che mangi,
che ami, ti arrabbi,
risolvi, che dormi,
che sogni, che ridi,
che piangi, e poi riami,
poi risogni e ancora risolvi
e poi baci e poi ami
e ancora piangi, e poi pensi
e poi ridi, e soffri
e finalmente dormi.
Ogni secondo di ogni
minuto di ogni giorno è
plausibile incontrarti,
vederti, sorriderti.
Ogni giorno io ti vivo
senza averti qui
e ogni giorno ti perdo
poco a poco in tutto ciò che
è nuovo, e che riempie la
mia vita dove tu non ci sei più.
Tu ci sei e
non ci sei.
Mi chiedo se tu sia il sole
che si nasconde sempre
dietro le nuove ombrose,
o se tu sia il lampo
incandescente di luce che si agita nella tempesta,
e io il tuono chiassoso
che tenta inutilmente di
raggiungerti, prima che tu
sia già svanito.