Mentre tu dormi

col mio pensier ti sono accanto,

mentre tu sogni

vorrei cullarti col mio canto;

cantar per te dolci canzon d’amore,

come a bimbo che dorme,

fin quando, al nuovo dì, risorge il sole. 

Mentre a te canto,

dolce il tuo sguardo sorride a me!

M’ami ancor tanto?

Felice anch’io sorrido per te.

Quando il canto mio pian piano si spegne,

già la tua voce io sento,

e, nel pensier di te, poi m’addormento.

 Giuseppe C.                                                             Egeo, Gennaio 1943