A cura di Lupo Alberto-

“Il lavoro è il rifugio di chi non ha nulla di meglio da fare” diceva l’intramontabile Oscar Wilde; per nostra (s)fortuna Lupo Alberto ha tanto di meglio da fare nella vita.

Siamo un paese per vecchi?

Chiedo scusa ai geniali fratelli Cohen per aver preso in prestito un pezzo del titolo di un loro celebre film, ma la situazione necessità di forte attenzione.

La speranza di vita aumenta, pare, a 82,8 anni e di conseguenza non basteranno più, per andare in pensione, gli attuali 66 anni e 7 mesi (parecchi onestamente) ma occorreranno 67 anni tondi tondi.

Ovviamente nessuna forza politica vuole affrettarsi ad attuare la riforma per ragioni elettorali, e questo ha scatenato la reazione di Boeri, che condanna la miopia della politica.

 Ci toccherà avere sempre meno partite di bocce, di briscola e meno folla a vedere i cantieri?

Sorci verdi…ini                                                                                                                                                              La bagarre che è avvenuta in Senato giovedì, per l’approvazione della Legge Elettorale, ha rivisto protagonista il Senatore Verdini ed i suoi, che coi loro voti hanno spostato gli equilibri, sicuramente più di Bonucci al Milan (purtroppo).

Certo, anche sta volta è stata posta la fiducia; comportamento che non è piaciuto al Presidente del Senato Grasso e lo ha portato a lasciare il Partito Democratico.

Il Rosatellum ha le spine pungenti: è come la mitologica Rosa alchemica, può dare e togliere.

 

Gentil(on)i? Mica tanto!

“L’assassino è sempre il maggiordomo”…e chi vedeva il Presidente del Consiglio come il maggiordomo del rampante Segretario del PD, adesso ripensa al luogo comune dei libri gialli!

Infatti, nonostante le dichiarazioni del Rottamatore (mi piace ancora questo epiteto), il Conte Gentiloni-Silveri ha riconfermato Visco come Governatore della Banca d’Italia.

Smacco? Lite interna? O semplice divergenza? Vedremo se il Barone Rampante di Rignano dimezzerà il Conte; ricordiamoci però che nella trilogia di Calvino (meravigliosa, la consiglio da leggere) esiste anche il Cavaliere…esistente!