Di Flamina Colella-

 

Succhi

il sangue dalla terra

tu,

con la tua bocca fradicia.

Ti nutri

di resti e di alterchi,

fanno forti

le tue ossa

che crescono

sul cammino

di altri.

Prendi

senza chiedere,

avviluppato

nel tuo ventre.

Non ti domandi affatto

perché

il sangue

pesi tanto.