Di Anna Logorelli

 

Dopo una giornata stancante in università, oppure durante un sabato sera passato a casa, ci viene voglia di vedere un film. In passato, bastava prendere un dvd, inserire il cd nel lettore e il gioco era fatto. Adesso, le cose sono cambiate. 

Con l’avvento delle piattaforme streaming, prima fra tutte Netflix, è sufficiente un clic per poter accedere ad un vasto elenco di film o serie tv in qualunque luogo ed in qualunque momento, senza dover comprare un lettore o un computer con lettore incorporato. Nonostante questa circostanza possa apparire a prima vista positiva – perché non è più necessario avere con sé una televisione o un apparecchio che consenta la lettura di un disco -, in realtà, potrebbe segnare la fine di un’epoca e di un mercato che, in questi ultimi anni, è stato molto fiorente: il mercato dei DVD e, più precisamente, il mercato dei DVD a noleggio. Infatti, a partire dal 1995, essi si sono imposti sulle videocassette, rimpiazzandole del tutto e diventando un oggetto molto diffuso dato che, dopo aver visto un film o una serie tv al cinema o in televisione, in tanti si recavano in un negozio di elettronica o in un’edicola ad acquistarli o noleggiarli con lo scopo di collezionarli o di guardarli all’infinito. Così Netflix, approfittando anche dello sviluppo tecnologico, che ha portato alla nascita degli smartphone e dei tablet, e delle nuove tendenze di acquisto dei consumatori, ha abbandonato l’iniziale vendita a noleggio di DVD ed ha progettato un servizio streaming on demand, con un catalogo fornito e aggiornato in base alle preferenze del singolo utente, diventando, in pochi anni, leader del suo settore e battendo tutti gli altri servizi presenti in altri Paesi. Nonostante questo grande successo, il colosso continua ad espandersi ancora di più e, in questi ultimi anni, ha iniziato a produrre da sé film e serie tv, come “House of Cards” o “Sulla mia pelle”, che hanno avuto un grande successo tra il pubblico e la critica. Caratteristica di queste produzioni è che, nel caso delle serie tv, tutti gli episodi o sono disponibili sulla piattaforma a partire dal primo giorno o escono una volta a settimana, mentre, nel caso dei film, essi sono visibili prima della data di uscita al cinema. Questo dimostra come Netflix, così come altri servizi streaming, ambisca a sostituirsi al mercato dei film e delle serie tv su disco, poiché permette, in poco tempo, di vedere quanti più contenuti possibili, anche senza connessione internet, tramite l’opzione di download. In questo modo, se Netflix ed altre piattaforme dovessero aggiungere ulteriori servizi, arricchire ancor di più i loro cataloghi e migliorare le prestazioni delle app per smartphone e tablet, solo i collezionisti e gli appassionati compreranno i DVD, perché tutti gli altri preferiranno sostenere un prezzo maggiore per avere la disponibilità di migliaia di titoli, senza essere costretti a comprare cofanetti o a creare angoli nelle proprie case dove poter collocare i dischi dei film e delle serie tv che amano.