di Flaminia Colella-

Non ti punire

con parole crudeli,

se cammini

rasentando le mura

e se la tua schiena

è un rivolo di carta.

Io la condurrò fino alla foce

ed ella salperà

per nuove rive.

Così nuotando

asciugherà il suo pianto

il fiume che lenisce

e dipana lo sconforto.