di Irene Ammendola-

Sono anni che scrivo
lettere di mal amore.
Sono anni che leggo
lettere amate male,
scritte di fretta
da persone distratte.
Ambisco a scrivere lettere
di amori corretti
a furia di sbagli
o con qualche liquore amaro,
cuciti su misura
senza anestesia
e con aghi mal sterilizzati.
Circolano lettere bianche
per blocchi di scrittori che,
sul tema, non si sentono informati,
lettere di amori malati
che di amore sanno
per sentito dire.
Dicevano “comunichiamo per iscritto”
ma non perché separati
da una trincea.
Lettere di mal amore, amate male
bruciano davanti al tribunale della dedizione,
della seduzione,
dell’Amore