Iuris Prudentes è il progetto di un giornale universitario che vuole rendere sempre più onnicomprensivo il rapporto intercorrente tra studenti e Facoltà: attraverso Iuris Prudentes le materie, che lo studente affronta quotidianamente sui testi didattici, abbandonano le pagine dei libri per riempire quelle di un giornale che, essendo destinato a un pubblico giovane, di questo ne assume le doti peculiari.

La curiosità, che contraddistingue noi ragazzi, è uno dei pilastri su cui vuole fondarsi il giornale: l’interesse e la sete di conoscenza che i giovani dimostrano nei confronti delle sfide e di tutto ciò che è nuovo, devono essere soddisfatti da un progetto che vuole distaccarsi dalla tradizione dei giornali universitari che vogliono occuparsi soltanto della vita degli studenti all’interno o all’esterno dell’università, affrontandole entrambe, la seconda in particolare anche in ottica futura.

Invero, il progetto Iuris Prudentes vuole descrivere la vita di uno studente universitario in una Facoltà di Giurisprudenza: ciò che affronta all’interno della sede degli studi, i suoi interessi fuori dall’Università e le sue aspettative per il futuro, in particolare in campo lavorativo.

Ognuno di questi aspetti sarà trattato all’interno del giornale, che verrà appunto tripartito in grandi contenitori dedicati ai suddetti momenti della vita dello studente. Per quanto riguarda il tempo trascorso all’interno della Facoltà, Iuris Prudentes vuole essere il mezzo ideale di raccordo tra gli Uffici di Presidenza e Segreteria, nonché tra gli eventi e le persone che quotidianamente animano la nostra Università, e gli studenti, dedicando le prime pagine del giornale agli avvisi, alle domande e le risposte, e a tutto ciò che si rivela utile per una perfetta informazione dello studente all’interno della Facoltà. La vita extrauniversitaria sarà racchiusa in un grande spazio riservato alla cultura e all’arte nelle sue varie forme, nonché all’attualità e la politica, il tutto senza dimenticare le lenti di giovani giuristi attraverso cui vogliamo guardare il mondo.

Il carattere prettamente giuridico, commisto con un approccio tipicamente giovanile, fondato sul raffronto e il dibattito costruttivo, è presente in quello che riteniamo il cuore del giornale: una sezione di Iuris Prudentes vuole essere dedicata, appunto, all’approfondimento dei temi giuridici, quotidianamente studiati, in modo da raccogliere tutte quelle domande che l’acume di noi studenti, insieme alla conoscenza dei principali fatti di cronaca e politica, fa sorgere e che spesso rimangono senza risposta, pur avendo accanto noi le persone più qualificate a potervi dare una esauriente risposta: i professori della nostra Università. Saranno questi ultimi, sollecitati dagli studenti che lavoreranno alla stesura degli articoli, a trattare i temi più interessanti della giustizia italiana e internazionale, così da permettere a tutti coloro che volessero approfondire un argomento giuridico, di poterlo fare in maniera innovativa.

Questo è, infatti, lo stile col quale vogliamo realizzare questo progetto: un rapporto diretto tra lo studente e il mondo, un rapporto sincero e attento a tutto ciò che vi è all’interno e all’esterno dell’Università, tale da rendere, in particolare, sempre più forte quello spirito di comunità che si respira, tra studenti e professori, nella Facoltà di Giurisprudenza.

Quest’ultima è il fulcro attorno al quale ruota il giornale, ma in essa non si esaurisce: benché già in questa fase embrionale del progetto Iuris Prudentes si stia legittimando come il giornale ufficiale della Facoltà, grazie anche a una perfetta sinergia che intercorre tra la redazione e gli uffici di presidenza, il progetto del giornale conta presto di poter valicare i confini fisici dell’Università. In accordo con il nostro Preside, primo sostenitore del progetto, che ha suggerito alcune migliorie al giornale, mettendoci di fatto a disposizione, oltre la sua, l’esperienza di tutto il prestigioso corpo docenti della nostra Università e delle varie personalità del mondo politico ed economico che questa spesso ospita, abbiamo già programmato l’aumento delle pagine dedicate alla dottrina nella sezione che verrà chiamata Responsa, giovani giuristi che si cimentano per la prima volta con la stesura di articoli tecnici di diritto, così da coinvolgere tutti i rami che l’insegnamento della giurisprudenza offre e poter riservare uno spazio alle interviste dei più esimi e illustri esperti del settore.