Il Peccio

di Tancredi Agrò-

è piovuto
nel cortile.
è piovuto
nell’anima.
Freddo, il vento
ha spezzato
le rose,
ha spezzato
il caldo amore.

Il peccio,
vestito del suo verde fosco,
si è arreso
a un pianto disperato ma composto
e ha abbandonato
gli scrigni di emozioni ormai scomparse
e si è lasciato,
cullato da un freddo vento,
a un moto ebbro e rassegnato.

Timido, qualche raggio di sole
ne ha sfiorato la corteccia,
sanguinante viva linfa
e ha dorato il suo colore.
Fiero, il peccio,
del suo ebbro moto,
attende,
in un sole ingentilito
un altro inverno.

Facebook Comments Box
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest